eSports: il futuro degli eventi sportivi è nei videogame
Eventi

eSports: il futuro degli eventi sportivi è nei videogame

campionati esports header
Avatar
Scritto da Angela

È ora di parlare di eSports. In un paese come l’Italia, che della propria passione per lo sport – soprattutto per il calcio – ha fatto quasi una bandiera nazionale, in molti fanno ancora fatica ad attribuire a queste discipline la stessa dignità degli sport tradizionali, eppure la tendenza è chiara ed evidente in tutto il mondo: gli eSports sono qui per restare. E, dal punto di vista degli organizzatori di eventi, questa nuova realtà apre un universo di possibilità che fino a poco tempo fa sarebbe stato impossibile anche immaginare. Che cosa c’è da sapere sui “campionati di videogiochi”? Ecco una guida rapida a un tipo di evento destinato a diventare sempre più familiare sia al pubblico che agli addetti ai lavori.

eSports: un po’ di numeri

Se state pensando ai campionati di videogame come a eventi destinati a una piccola nicchia di “nerd” siete fuori strada. Gli eSports hanno già colonizzato gli stadi (in Italia la location prescelta è stata il Palazzo del Ghiaccio di Milano) e attirano un pubblico di tutto rispetto. Il campionato del 2016, che si è tenuto in Polonia, ha contato quasi 175000 spettatori nel corso di due settimane di eventi. Per quello del 2015 si sono utilizzate ben sette location diverse, ognuna delle quali ha accolto fra le 13000 e le 20000 persone in occasione di ogni incontro. Questi numeri hanno rapidamente risvegliato l’interesse dei gestori delle più grandi location in giro per il mondo, nonché quello degli organizzatori di eventi sportivi.

Location per campionati di eSports

A qualcuno potrebbe venire spontaneo porsi una domanda: perché un incontro di eSports, che dopo tutto non richiede necessariamente lo stesso spazio di una partita di calcio o di basket, dovrebbe svolgersi in uno stadio o in un impianto sportivo? Dopo tutto, in questo caso, la dotazione tecnologica della location è assai più importante dello spazio: non occorre un campo, nessuno deve correre da una parte all’altra della struttura, gli spettatori seguono l’azione esclusivamente sugli schermi. Perché quindi non prediligere una sala conferenze, un locale, un’università o qualsiasi altra location che abbia la tecnologia e non lo sport come focus principale? I motivi sono molteplici. Alcuni sono squisitamente pratici e commerciali, altri più emotivi e simbolici. Dal punto di vista pratico, uno stadio offre il tipo di servizi che il pubblico di un campionato di eSports ama ricevere. Per esempio, solitamente le strutture sportive dispongono di tabelloni ben visibili per la registrazione dei punteggi, che possono essere consultati agevolmente in qualunque momento. Inoltre sono già predisposti, negli impianti sportivi, i punti di ristoro, dove gli spettatori possono acquistare bibite e snack. C’è poi una dimensione squisitamente “sportiva” che fa parte di quest’esperienza: il tifo e l’entusiasmo dei fan di ogni squadra si esprime al meglio solo dalle gradinate di uno stadio. Seguire un bravo giocatore è sì un’esperienza che nasce a casa, nel privato, con i gameplay di Youtube, ma trova comunque la sua massima espressione nella condivisione collettiva durante un incontro.

campionati esports

Contattaci per trovare la location ideale per il tuo prossimo evento!

eSports vs sport tradizionali: le differenze

Se pensate di conoscere tutte le differenze fra un incontro di calcio e un campionato di eSports, vi sbagliate. No, non si tratta solo di contrapporre attività intensamente fisiche e attività che si possono definire come prevalentemente statiche e cerebrali. Cambia, per esempio, il rapporto fra sportivi e tifosi, che negli eSports è molto più stretto. Anche se le squadre sono nazionali, in questo genere di attività le reazioni emotive di ogni singolo giocatore sono sottolineate sui maxischermi e condivise col pubblico. Inoltre gli sponsor di questi eventi – principalmente le case produttrici dei videogiochi in questione – offrono sempre, in occasione dei tornei più importanti, uno spazio in cui gli spettatori possono provare il prodotto. Capita quindi che pubblico e “giocatori” si ritrovino a svolgere la stessa attività, avvicinandosi ulteriormente e rafforzando l’impatto emotivo di un evento di questo genere.

La tecnologia prima di tutto

Chi volesse cimentarsi nell’organizzazione di eventi legati agli eSports dovrà considerare l’impatto che la tecnologia ha sul budget complessivo della manifestazione. Questa voce è più importante per questo genere di evento che per qualsiasi altro. Non si tratta, infatti, solo di garantire il funzionamento delle postazioni di gioco, ma anche di permettere agli spettatori la fruizione di uno spettacolo che non ha nulla in comune con il modo in cui siamo abituati a guardare gli eventi sportivi. L’impianto registico è di una complessità imparagonabile a un qualsiasi sport tradizionale e richiede l’intervento di professionisti specializzati. Questo vuol dire che il budget per gli aspetti tecnici dell’evento – dalla fornitura elettrica alla regia live, dalla banda larga alla collocazione degli schermi – lieviterà rapidamente diventando preponderante rispetto a tutte le altre voci. Basta dare uno sguardo ai numeri dell’afflusso di pubblico e al livello delle sponsorizzazioni, tuttavia, per capire che lo sforzo organizzativo ed economico, se ben diretto, sarà adeguatamente ricompensato.

campionati esports player

Contattaci per organizzare il tuo prossimo evento sportivo!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento

Ho letto e compreso l’informativa privacy e do il consenso al trattamento dei tuoi dati per la finalità promozionale punto 2) dell’informativa