Ti manca bere un drink con i colleghi? Arriva il cocktail challenge!
Team Building e viaggi incentive

Ti manca bere un drink con i colleghi? Arriva il cocktail challenge!

cocktail challenge
Avatar
Scritto da Angela

I team building digitali sono stati una delle sfide più difficili per tutti gli organizzatori di eventi. Perché una fiera o una conferenza virtuale possono essere gestite secondo parametri tutto sommato noti: i panel online non sono un’invenzione recente e i collegamenti a distanza esistono da molti anni. Un team building, però, si basa sull’interazione diretta, sul piacere di passare del tempo insieme per migliorare le dinamiche di gruppo. Come si possono ricreare queste sensazioni se ogni partecipante è costretto a restare isolato in casa propria? Uno dei formati di maggior successo che abbiamo sperimentato è quello “sensoriale”, che permette ai membri di una gruppo di lavoro di condividere un’esperienza fisica in tempo reale. Una delle versioni più divertenti di questo team building è il cocktail challenge: un gioco divertente che permette a tutto il team di rilassarsi, di godere di un’atmosfera informale e allo stesso tempo di esercitare la creatività e lavorare in gruppo. Ne abbiamo realizzato uno di recente e oggi ve lo raccontiamo!

Cocktail challenge, fase 1: la Mystery Box

Per iniziare, ci siamo ispirati ad alcuni celebri programmi televisivi di cucina e abbiamo inviato ai partecipanti una Mystery Box personalizzata, brandizzata con il logo dell’azienda e contenente tutti gli ingredienti necessari per completare il cocktail challenge. Le istruzioni erano chiare: la scatola non doveva essere aperta fino al giorno del team building, perché tutti partissero allo stesso livello. Anche questa è una parte importante dell’esperienza: condividere il momento della sorpresa, dell’emozione e della sfida con i colleghi è un elemento essenziale, che unisce e fa sentire parte dello stesso gruppo.

Vuoi organizzare un team building per i tuoi dipendenti in smart working? Contattaci!

L’evento online: presentatori e professionisti

Per dare un carattere di professionalità e ufficialità all’evento, abbiamo ingaggiato una presentatrice per coordinare l’attività. I partecipanti si sono collegati a una piattaforma digitale, dove sono stati accolti da un barman professionista, che ha offerto loro un mini-corso, svelando alcuni trucchi del mestiere. La sfida consisteva nella preparazione di un cocktail classico, che i partecipanti dovevano riprodurre al meglio, dopo aver osservato il procedimento illustrato dal barman.

Lavorare in squadra: l’essenza di ogni team building

Dopo la prima fase, che serve principalmente a rompere il ghiaccio e a permettere ai partecipanti di familiarizzare con la piattaforma digitale e con le sue modalità di interazione, è il momento del cocktail challenge vero e proprio. I concorrenti sono stati divisi in “stanze” virtuali, per poter lavorare in gruppo. La sfida era la realizzazione di un cocktail completamente nuovo, da inventare e creare da zero, usando gli ingredienti messi a disposizione. Naturalmente, in un team building in presenza, la fase successiva sarebbe stata la degustazione, per permettere ai giudici di votare il cocktail più gustoso. Visto che il distanziamento sociale non rendeva praticabile questa opzione, abbiamo scelto di basare il giudizio solo sull’estetica del cocktail, obbligando così i concorrenti a essere particolarmente creativi nella presentazione della loro creazione. Naturalmente, nel giudizio finale, contavano anche la qualità del lavoro di gruppo e la capacità di condividere le idee per arrivare al prodotto finale.

Il cocktail è una metafora

Perché abbiamo scelto di creare un cocktail challenge? Perché il cocktail è una metafora perfetta di ciò che dovrebbe accadere in un team building. I diversi membri di un gruppo, proprio come i diversi ingredienti di un cocktail, hanno qualità individuali molto specifiche, che non funzionano nello stesso modo da sole o combinate fra loro. È solo quando si realizza una perfetta ed equilibrata fusione fra “sapori” e caratteri diversi che si può arrivare a creare un risultato nuovo, dal gusto unico.

Contattaci per organizzare il tuo prossimo team building!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento