Come funziona il team building? Ecco tutto quello che devi sapere
Team Building

Come funziona il team building? Ecco tutto quello che devi sapere

Avatar
Scritto da Angela

Quando si lavora nell’ambito del team building, ci si trova ad avere a che fare con clienti anche molto diversi fra loro. Ci sono le multinazionali che devono coordinare team diversi e numerosi, che spesso lavorano sugli stessi progetti da Paesi diversi. Ci sono le piccole imprese, che vogliono creare spirito di squadra per dare alla qualità del lavoro una marcia in più. Ci sono aziende che vogliono aiutare alcuni dipendenti a sviluppare qualità specifiche che possono essere utili sul luogo di lavoro e ce ne sono altre che sperano di appianare conflitti e tensioni interne. Quello che non tutti capiscono e che tutti si chiedono è: al di là delle differenze, come funziona il team building? E soprattutto perché funziona? Ci sono delle regole da rispettare per renderlo efficace? Senza dubbio ci sono dei principi generali. In questo post, proveremo a sintetizzarli.

Creare un rapporto di fiducia

La fiducia è un elemento essenziale di tutte le interazioni umane, siano esse personali o professionali. Un team i cui membri non si fidino l’uno dell’altro difficilmente potrà ottenere buoni risultati né dare il massimo. Tutta l’energia che si spende a guardare con sospetto i colleghi e a pestarsi i piedi a vicenda è energia che si sottrae al raggiungimento degli obiettivi aziendali. La migliore attività di team building non servirà a nulla, se non si lavora sulla fiducia in modo specifico. Chi sa davvero come funziona il team building, infatti, si preoccuperà prima di tutto di conoscere le necessità e le criticità del gruppo coinvolto, così da poter arrivare a creare un progetto davvero efficace, che permetta ai partecipanti di superare davvero diffidenze e tensioni. La prima regola per stabilire la fiducia? Dimostrarla. Se il responsabile di un team non ripone la propria fiducia nei dipendenti, non potrà mai costruire un ambiente professionale positivo e armonico.

 

Contattaci per organizzare il tuo team building!

Dare ascolto a tutti, fare spazio per ognuno

Ogni gruppo è diverso, ma ci sono dinamiche comuni. Per esempio, capita spesso che ci siano individui che non amano le attività collettive, specialmente quelle sociali, perché faticano a integrarsi nel gruppo o semplicemente non lo desiderano. Le inclinazioni personali di ognuno vanno rispettate e chi gestisce un team di lavoro non dovrebbe mai cercare di uniformare i propri dipendenti o costringerli ad adattarsi a parametri che non gli risultano naturali. Di conseguenza, non esistono attività che funzionino ugualmente bene per tutti, senza eccezioni. Chi ve le promette, probabilmente non ha capito come funziona il team building. Chi tende a prevaricare non ha bisogno di attività che aiutino a sviluppare la leadership e superare la timidezza e chi invece si annulla per adattarsi alle esigenze degli altri farebbe meglio a non prendere parte ad attività pensate per incentivare l’ascolto e mettere da parte l’individualismo. Imparare a conoscere bene i propri colleghi e dipendenti è il primo passo per scegliere l’attività giusta più adatta.

Ricordare che il team-building, in realtà, non finisce mai

Non si costruisce un team produttivo e affiatato prenotando una settimana di attività di gruppo, senza nessun altro sforzo né prima né dopo. E non è possibile dedicarsi alla creazione di un team coeso nei ritagli di tempo, fra un progetto e l’altro o contando solo su un paio di cene aziendali all’anno. Questo vuol dire anche che il team building non è una bacchetta magica da agitare una volta per risolvere il problema per sempre. Chi davvero ha capito come funziona il team building, infatti, lo considera un continuo “lavoro in corso”. E si tratta di un lavoro che coinvolge tutti, che richiede uno scambio di feedback continuo e aperto e un atteggiamento maturo verso i conflitti. Le tensioni non vanno fuggite o nascoste, ma affrontate, per essere eradicate prima possibile. Organizzare attività di gruppo, con queste premesse, diventa anche assai più piacevole, oltre che molto più efficace.

Contattaci per organizzare il tuo team building!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento

Ho letto e compreso l’informativa privacy e do il consenso al trattamento dei tuoi dati per la finalità promozionale punto 2) dell’informativa