Fellini Forward: il capolavoro promozionale di Campari destinato al grande regista
Marketing

Fellini Forward: il capolavoro promozionale di Campari destinato al grande regista

campari
Avatar
Scritto da Angela

Quando si studia il marketing ci sono sempre alcuni pilastri della storia di questa disciplina che vengono indicati come storici e imprescindibili. Le scelte comunicative del marchio Campari sono fra queste. Fra i primi grandi brand mondiali a costruire un’identità complessa su più livelli, quando ancora la “brand identity” non era un concetto completamente formulato, Campari ha saputo associare nella propria identità elementi visuali, carattere, storia e costume e lo ha fatto sempre prestando attenzione alle nuove tendenze e tecnologie di ogni epoca. Non stupisce quindi che sia proprio Campari a fare un passo in più sulla strada dell’innovazione comunicativa, producendo “Fellini Forward” il primo cortometraggio girato con intelligenza artificiale e dedicandolo all’opera del grande maestro del cinema Federico Fellini.

Fellini Forward: un progetto che apre nuovi orizzonti nella comunicazione

Non capita spesso che un progetto di branded content venga presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, eppure è proprio questo l’esordio di Fellini Forward, presentato appunto a Venezia il 7 settembre, con un secondo appuntamento per il New York Film Festival il 29 settembre. Successivamente, il corto sarà disponibile selettivamente su piattaforme online on demand. Alla sua realizzazione ha collaborato la nipote del Maestro, Francesca Fabbri Fellini, ma anche un team d’eccezione, composto da alcuni degli storici collaboratori di Fellini, come il cameraman Blasco Giurato, lo scenografo premio oscar Dante Ferretti e il costumista Luigi Piccolo, direttore della Sartoria Farani, che ha restaurato i costumi di alcuni dei migliori film di Fellini, come “Satyricon” e “Amarcord”. E l’intelligenza artificiale? Secondo i produttori ha permesso di analizzare fotogramma per fotogramma l’opera di Fellini, aiutando il team creativo a estrapolare idee altrimenti impossibili da raggiungere.

Vuoi realizzare una campagna di branding? Contattaci!

La brand identity di Campari: innovazione nella tradizione

Un progetto del genere è il perfetto esempio di come una brand identity si possa tradurre in un’operazione promozionale. Campari, come abbiamo detto, è un marchio storico, che ha a che fare con l’identità italiana, al punto da essere visibile in luoghi di prominenza di alcune grandi città come Milano e Venezia. Al tempo stesso, però, il marchio Campari evita con cura di diventare una polverosa incarnazione di una “dolce vita” passata, impegnandosi a restare rilevante per un pubblico ampio, vario, che comprende anche le fasce giovani della popolazione. Proprio per questo, da sempre, il brand si incarica di fare ricerca, quando si tratta di comunicazione, di sperimentare con il limite della tecnologia e del costume, pur mantenendo uno stile sempre elegante e misurato. L’innovazione si mescola alla tradizione. L’avanguardia tecnologica viene utilizzata per celebrare l’ingegno umano, nonché il più classico dei classici del nostro cinema. Questo è un esempio perfetto di identità coerente.

È questo il futuro della creatività?

C’è chi ne è convinto. Commentando Fellini Forward, Francesca Fabbri Fellini ha dichiarato: “Mio zio Federico era originale nel suo modo di rappresentare la vita usando elementi onirici come mezzo di comunicazione. Penso che un progetto come questo sia un modo perfetto per onorare la sua eredità. Anche se prendeva molta ispirazione dal suo passato, guardava sempre avanti.” Anche questa dichiarazione è un elemento fondamentale del progetto, poiché pone il suggello della legittimità alla coniugazione di tecnologia d’avanguardia e cinema classico. Cosa possiamo aspettarci dalla comunicazione del futuro? Probabilmente un uso sempre più ampio dell’intelligenza artificiale, che l’esperto del settore Marcus du Sautoy ha definito “un collaboratore straordinario”.

Vuoi lanciare una nuova campagna per promuovere il tuo brand? Contattaci!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento