L'oggetto di design diventa arte: intervista a Katrin Herden
Interviste

L’oggetto di design diventa arte: intervista a Katrin Herden

Avatar
Scritto da Angela

La Milan Design Week è uno degli eventi più attesi del settore e, di anno in anno, l’intera industria si prepara a questo appuntamento per scoprire nuovi talenti, tendenze e novità. Quest’anno, per noi, la settimana del design è stata l’occasione per lavorare con Katrin Herden, interior designer partner dello Studio MHZ e di Sohil, a un prestigioso evento nella cornice di una splendida casa museo nel cuore del quartiere Montenapoleone a Milano.  7 designer di fama internazionale per il “Palazzo delle Meraviglie”, 7 stili diversi che si sono specializzati in forme ed espressioni diverse, dalla luci agli elementi di arredo in marmo, dalle madie moderne ai tessuti preziosi di cuscini e ritratti. Abbiamo intervistato Kathrin Herden al termine dell’evento, che è stato un clamoroso successo.

7 designer hanno presentato le loro collezioni in una prestigiosa location durante la Milan Design Week. Secondo te, su cosa bisogna puntare per raggiungere il successo di un’esposizione durante il Fuorisalone?

Penso che bisogna puntare su una presentazione di elementi unici, in un contesto inaspettato per stimolare l’immaginazione. Noi abbiamo cercato di creare un evento nuovo e unico nel suo genere, formando un gruppo di aziende internazionali con la stessa indole, ma con collezioni diverse, dal settore dell’arredamento a quello tessile fino ad arrivare al settore dell’illuminazione. Siamo molto felici di essere stati nominati nel Corriere della Sera come uno dei 15 eventi da vedere assolutamente.

Palazzo delle Meraviglie Fuorisalone 2019

Quali sono le caratteristiche che avete ricercato per il progetto “Palazzo delle Meraviglie”?

Abbiamo selezionato con cura le aziende espositrici per il loro design, la qualità dei materiali e l’indole di creare l’oggetto unico in un’edizione limitata. Abbiamo voluto creare una sinergia speciale tra le aziende, con un percorso inaspettato tra le sale della casa museo.

Cosa significa essere un imprenditore designer oggi in Italia e nel mondo?

Tanto lavoro, idee e persistenza.

Contattaci per organizzare il tuo evento alla Settimana del Design di Milano

Che tipo di accoglienza e atmosfera avete ritrovato in questa location scelta per il Fuorisalone?

Davvero magnifica. Un posto straordinario con uno staff molto gentile, preparato e professionale.

Quale importanza ricoprono i social network e una buona comunicazione nel vostro settore?

Penso che al giorno d’oggi sia indispensabile comunicare almeno su alcuni social network. Per il mondo del design, preferisco Instagram per postare delle belle immagini. Seguiteci su Sohil_design!

Golden Ladies-Palazzo delle Meraviglie-Fuorisalone 2019

Dalla scelta della location all’organizzazione finale. Quali aspetti crede siano indispensabili durante un’esposizione, soprattutto durante una manifestazione prestigiosa come la Design Week?

Intanto è fondamentale una location adatta alla collezione esposta. Per noi era fondamentale trovarla nel centro più esclusivo della città, in un palazzo storico. Per noi, che abbiamo formato un gruppo molto particolare di designers, era indispensabile invitare aziende con una filosofia simile e prodotti di altissima qualità per creare questa speciale armonia.

Hai bisogno di organizzare un evento come questo? Contattaci!

Questa è stata la nostra prima collaborazione in occasione della Design Week 2019. Katrin Herden ritiene utile un supporto nel location scouting a Milano e di tutta la parte relativa all’assistenza organizzativa durante il Fuorisalone?

Senz’altro! La vostra collaborazione e assistenza durante l’organizzazione è stata fondamentale per la buona riuscita di questo evento.

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento

ml_html_hidden