Come scegliere il team building giusto per la tua azienda
Team Building

Come scegliere il team building giusto per la tua azienda

team building giusto
Scritto da Angela

Il team building non è una scienza esatta. O meglio, lo è, ma le variabili sono tante e imprevedibili e per organizzare una sessione di team building che sia efficace e coinvolgente per tutti i partecipanti non basta la conoscenza del settore: occorrono anche sensibilità ed empatia. Scegliere la giusta attività per un team building aziendale non è un compito facile, ma d’altra parte scegliere quella sbagliata comporta un prezzo altissimo in termini di effetti sull’ambiente lavorativo. Ci capita spesso che i nostri clienti, ansiosi di offrire la migliore esperienza possibile ai propri dipendenti, ci chiedano di chiarire una miriade di dettagli e di pianificare ogni secondo della giornata, per paura che i partecipanti si annoino o non trovino utile l’attività scelta. Un’esperienza positiva, tuttavia, non si costruisce programmando ogni singolo secondo, ma creando una struttura solida che consenta poi di lavorare verso obiettivi generali, lasciando un margine per permettere alle personalità dei partecipanti di emergere. Come fare a individuare l’attività giusta per il proprio team? Ecco qualche consiglio dettato dall’esperienza.

Le mille identità del team building

Come abbiamo già detto molte volte, è essenziale partire dagli obiettivi. Non tutti i team building sono uguali. Un team building pensato per far emergere le caratteristiche di una leadership aziendale, probabilmente non sarà indicato per creare una comunicazione aperta e paritaria e per incoraggiare il contributo degli elementi più timidi del gruppo. Un team building orientato al problem solving potrebbe non prevedere elementi fatti per appianare i conflitti. Questi obiettivi non necessariamente si escludono, ma è importante sapere che ogni attività è pensata con uno specifico fine e quindi è possibile che metta gli altri in secondo piano. Avere le idee chiare e comunicare con l’agenzia che si è scelta sono passaggi essenziali. Perché avete scelto di investire in un team building? Perché in ufficio ci sono delle tensioni che volete risolvere? In questo caso è importante individuarne prima le cause. Perché i rapporti interni sono ottimali, ma c’è un margine per migliorare la produttività del team? Allora è fondamentale qualificare e quantificare il miglioramento che si vuole ottenere. Solo avendo degli obiettivi molto precisi sarà possibile determinare il successo o l’insuccesso di un’attività di team building. A questo punto bisognerà scegliere l’attività da svolgere. A questo proposito è bene farsi un’idea delle diverse opzioni

Attività sportive

I team building basati sugli sport, soprattutto su quelli di squadra, sono quelli che presentano i vantaggi più ovvi quando si tratta di trasferire anche sul luogo di lavoro il successo ottenuto “sul campo”. Se prendiamo in esame sport come la vela o il rugby, per esempio, ci è immediatamente chiaro come questi possano aiutare un team a migliorare la propria performance. In barca a vela, per esempio, non si può progredire senza una gerarchia di ruoli chiara e senza che ognuno svolga esattamente il proprio compito, facendo la propria parte per l’obiettivo comune. Nel caso del rugby, la metafora è chiara: valorizzare la coesione, mettere insieme le forze, “spingere” contro la concorrenza per arrivare “alla meta”. Questo tipo di attività tendono a incoraggiare la competitività e sono ideali se si vuole far emergere una leadership all’interno del team.

barca a vela

Prenota subito un'esperienza come questa per il tuo team

Attività non sportive all’aperto

Non tutte le attività all’aperto sono legate allo sport, strettamente parlando. Molte hanno degli elementi che si possono definire sportivi, ma che sono prima di tutto legati al divertimento. È questo il caso del quad: certo, si tratta di una gara, ma la vittoria – diciamolo – è un elemento secondario rispetto al piacere di correre nel fango a bordo di una grossa moto, tornando bambini per un giorno. Allo stesso modo, i percorsi di sopravvivenza possono contenere degli elementi di sport estremo, ma il loro scopo principale è spingere i partecipanti a superare i propri limiti e sviluppare il coraggio e anche la fiducia, come è avvenuto in alcuni dei nostri team building ad alto tasso di “avventura”.

bankasa zipline

Un incentive a base di sport estremi? Assicuratevi che tutti i componenti del team siano tipi avventurosi!

Caccia al tesoro

La caccia al tesoro è uno dei format di team building più versatili in assoluto e può essere svolta sia all’aperto che al chiuso (anche se, ovviamente, spostarsi all’aperto su un territorio vasto rende l’esperienza molto più interessante). Scegliete questo team building se volete migliorare la qualità del lavoro di gruppo e l’armonia interna del team, ma senza creare eccessiva pressione sui vostri dipendenti. Il bello della caccia al tesoro è che la si può adattare a qualsiasi esigenza, tematizzando gli indizi, per esempio per riflettere i valori aziendali, come ci è capitato di fare per Heineken. Inoltre è possibile incorporare elementi di incentive, regalando, fra un indizio e l’altro, momenti di piacere e intrattenimento, per esempio conducendo tutto il team presso un’azienda vinicola o una fattoria locale, per una degustazione di vini o di formaggi. In questo senso, l’Italia offre infinite possibilità in ogni regione. Alcune delle esperienze più belle, da questo punto di vista, le abbiamo create in Toscana e in Piemonte.

relais la cappuccina team building incentive travel

Team building artistici

In alcuni casi si preferisce restare al chiuso, magari in ufficio o in occasione di una cena aziendale. I team building che rendono meglio in questo contesto sono quelli a tema artistico, pensati per far emergere la creatività dei partecipanti. Questi esercizi sono pensati, solitamente, per aumentare l’armonia all’interno di un gruppo – come nel caso del Coro Gospel – oppure di stimolare la conoscenza reciproca intrattenendo e rivelando i reciproci talenti, come nel caso della Ruota della Fortuna.

Conclusioni

Le attività di team building non sono tutte uguali: è fondamentale scegliere con cura per essere sicuri di ottenere risultati proporzionati all’investimento.

Vuoi organizzare una di queste attività per il tuo team? Contattaci!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento