Settimana della moda di Milano: ecco come farsi notare
Eventi

Settimana della moda di Milano: ecco come farsi notare

settimana della moda di milano smart fashion
Avatar
Scritto da Angela

Il conto alla rovescia per la prossima Settimana della Moda di Milano è iniziato: manca ormai appena un mese all’inizio dell’evento più atteso della stagione. Un po’ come il Natale, ognuno aspetta questa ricorrenza concentrandosi su qualcosa di diverso: c’è chi è avido di nuove collezioni e suggerimenti di stile, chi non vede l’ora di tuffarsi nel glamour delle feste (o di seguirne i report online), chi spera in una moda sempre più sostenibile e chi nella svolta mediatica per fare emergere il proprio brand. Oggi vogliamo proporvi un gioco insolito: guardiamo la Settimana della Moda di Milano da due punti di vista diversi: quello di un appassionato di moda e quello di un giovane stilista. Come trasformare questo evento nella grande occasione che può cambiarti la vita?

Da fashionista a reporter della moda

La Camera della Moda, che organizza l’evento, ha lanciato un’iniziativa social che ha fatto felici moltissimi appassionati, riuscendo al tempo stesso a essere una geniale campagna social. Si tratta di un contest che ha messo in palio il ruolo di “reporter per un giorno” durante le sfilate di Milano Moda Uomo di gennaio. Tutto ciò che veniva richiesto era un account social e tanto entusiasmo. Gli aspiranti reporter non dovevano far altro che seguire gli account ufficiali della Camera Nazionale della Moda Italiana e di Mastercard Italia (sponsor dell’iniziativa) e raccontare il proprio amore per la moda utilizzando tag e hashtag precisi. I vincitori, scelti per la creatività e l’originalità dei contenuti proposti, hanno avuto la possibilità di partecipare da reporter a una giornata di sfilate, raccontando gli eventi attraverso i propri profili. I contenuti sono stati condivisi anche sul sito ufficiale della Camera della Moda.

settimana della moda di milano

Vuoi presentare la tua collezione? Contattaci!

Farsi notare alla Settimana della Moda di Milano

Per i piccoli brand, per i giovani stilisti e i produttori indipendenti, farsi notare può essere estremamente difficile. Lo spazio, sia in senso metaforico che in senso letterale, è invaso dai grandissimi brands, dalle feste più popolari come la Vogue Fashion Night, dalle sfilate degli stilisti di fama mondiale, con parterre di star internazionali e assalti di giornalisti e fans da far impallidire i concerti e i red carpet di tutto il mondo. Come può un giovane creativo, senza un budget milionario a disposizione né una grande maison a promuovere il suo lavoro, sperare di ritagliarsi un angolino significativo in questo meraviglioso e rutilante circo della moda? A questo ci pensiamo noi. Proprio per questo, fra i progetti che ci stanno più a cuore c’è lo Smart Fashion Project: una sfilata collettiva, ispirata al principio delle mostre collettive degli artisti, che noi organizziamo in ogni dettaglio. In questo modo offriamo ai giovani stilisti un contenitore già pronto – e soprattutto accessibile – nel quale far risaltare le proprie creazioni senza doversi preoccupare di tutti i dettagli organizzativi e della produzione e promozione dell’evento vero e proprio. Perché abbiamo ideato questo progetto? Perché la moda si evolve e per farlo ha bisogno di prestare attenzione ai giovani creativi. E il nostro lavoro è proprio questo: creare una splendida cornice nella quale i brand, le idee e le creazioni possano risaltare come meritano

settimana della moda di milano smart

Clicca qui per scoprire i dettagli del progetto e chiedere maggiori informazioni.

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento

Ho letto e compreso l’informativa privacy e do il consenso al trattamento dei tuoi dati per la finalità promozionale punto 2) dell’informativa