Smart Fashion Project: i piccoli brand possono sfilare alla fashion week
Eventi

Smart Fashion Project: ora anche i piccoli brand possono sfilare alla fashion week

Avatar
Scritto da Angela

La Fashion Week è l’evento più atteso del calendario milanese e sono moltissimi i brand che sperano di riuscire a organizzare un evento durante quei pochi giorni, per ottenere la massima visibilità. Quelli che ci riescono sono in realtà molti meno. I costi di un evento promozionale durante la Milan Fashion Week possono diventare elevatissimi e quindi essere fuori dalla portata dei brand medi e piccoli. Le prenotazioni delle location avvengono mesi prima e le pochissime date libere vengono cedute a prezzi molto più alti che nel resto dell’anno e lo stesso vale per i servizi di fornitori e professionisti. Per questo noi di Smart Eventi, in collaborazione con altre realtà del nostro settore, abbiamo ideato un format nuovo per un evento di moda completamente nuovo: lo Smart Fashion Project.

Smart Fashion Project 2020: gli obiettivi per la Milan Fashion Week

Il nostro obiettivo, con questo evento, è semplice e ambizioso al tempo stesso: far sfilare durante la Milan Fashion Week i migliori brand italiani ed internazionali, emergenti o già conosciuti, a Milano in una location prestigiosa, offrendo loro un supporto completo per tutta la realizzazione della sfilata. I vantaggi sono evidenti. L’organizzazione si semplifica, poiché i singoli brand dovranno occuparsi solo delle proprie collezioni, mentre il nostro team provvederà a tutti gli aspetti organizzativi. Inoltre il costo dell’evento viene diviso fra tutti i partecipanti, rendendo la passerella dello Smart Fashion Project accessibile anche per i brand emergenti.

Clicca qui per scoprire i dettagli del progetto e chiedere maggiori informazioni.

Smart Fashion Project Milano Salone dei tessuti 1

Contattaci per partecipare a un evento come questo!

La location

Per la prima edizione dello Smart Fashion Project, che si terrà durante la Fashion Week di Febbraio 2020, abbiamo scelto una location assolutamente unica e di indiscusso prestigio: il Salone dei Tessuti di Milano. Situata nel cuore di Milano, nella centralissima via San Gregorio, questa location nasce nel 1925 come centro adibito allo stoccaggio e al controllo di qualità e metraggi dei tessuti della famiglia Galtrucco. Nella sua nuova veste, il Salone dei Tessuti ha mantenuto le principali caratteristiche originali di un secolo fa, che ne fanno una location di grande pregio, come il pavimento in legno, le colonne con capitelli in stucco del salone, i vecchi termosifoni in ghisa e la boiserie lungo il corridoio dell’ingresso con gli sportelli per l’accoglienza dei clienti. Oggi è uno splendido spazio per eventi che offre un salone di 850 metri quadri, un’area boiserie, un cortile di 140 metri quadri, un foyer, uno spazio da destinare a magazzino, un’ area backstage e una per il catering.

Smart Fashion Project Milano Salone dei tessuti 4

Il servizio di Smart Fashion Project

Come nella migliore tradizione di Smart Eventi, insieme ai nostri colleghi ci occuperemo di tutto, fornendo un unico punto di contatto per ogni aspetto dell’evento, dall’organizzazione alla logistica. Metteremo a disposizione dei brand un team di professionisti del settore luci e audio, tecnici per gli allestimenti, service tecnico, ma anche posti a sedere e tutto ciò che occorre nel backstage di una grande sfilata. Dal catering ai noleggi, dall’intrattenimento alle hostess, dal DJ ai servizi foto e riprese: una volta concordato il servizio, i nostri clienti potranno occuparsi davvero solo di ciò che conta: le loro splendide collezioni.

Smart Fashion Project Milano Salone dei tessuti 2

Vuoi presentare la tua collezione? Contattaci!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento

Ho letto e compreso l’informativa privacy e do il consenso al trattamento dei tuoi dati per la finalità promozionale punto 2) dell’informativa