Wine-tasting: un team building a Milano in terrazza, per celebrare l'estate - Il blog di Smart Eventi
Team Building e viaggi incentive

Wine-tasting: un team building a Milano in terrazza, per celebrare l’estate

team building a Milano
Avatar
Scritto da Angela

Per mesi abbiamo atteso di poter tornare a incontrarci, a condividere esperienze semplici e significative come… un buon bicchiere di vino. E non è un caso che, una volta allentate le restrizioni pandemiche, i nostri clienti siano tornati a chiederci di organizzare esperienze di team building che avessero a che fare con la condivisione, con l’unicità dell’esperienza, con la convivialità. Il wine-tasting è una delle nostre preferite. Per celebrare l’inizio di questa estate di ripresa, abbiamo organizzato un team building a Milano, con wine-tasting su una splendida terrazza, per permettere ai partecipanti di godere allo stesso tempo del gusto dei vini pregiati e dello splendido panorama.

La location: la terrazza perfetta per un team-building a Milano

Per questo evento abbiamo scelto una location di grande prestigio: la splendida terrazza coperta di un edificio storico, con vista su uno dei più bei parchi della città. Si tratta di uno spazio molto ampio e versatile, con uno stile classico ed elegante, che ci permette di personalizzare ogni dettaglio – e la cura dei dettagli è fondamentale in un evento come questo.

Vuoi organizzare un team building per i tuoi dipendenti? Contattaci!

Il wine-tasting

Come sempre, abbiamo coinvolto sommelier professionisti e con loro abbiamo elaborato una selezione di vini di pregio, provenienti da cantine italiane di altissimo livello. Questo genere di team building si compone sempre di tre momenti: uno dedicato all’apprendimento, nel quale i sommelier introducono i partecipanti al meraviglioso mondo della cultura enologica italiana e spiega come apprezzare tutte le caratteristiche di un buon vino, esaminandone le proprietà sensoriali e imparando a distinguere fra le diverse qualità. Poi c’è la degustazione vera e propria – che è forse il momento più atteso – e infine le attività interattive, che permettono di mettere in pratica quanto appreso. Ci sono quiz e blind-tasting, che permettono di sfidarsi fra colleghi in modo divertente, cercando di riconoscere le proprietà di ogni bottiglia. Qui si esprimono le caratteristiche proprie del team-building: non solo la condivisione dell’esperienza, ma la sfida, l’applicazione pratica delle conoscenze, la creazione di dinamiche di condivisione che avvicinano, migliorano i rapporti fra le persone e, soprattutto, creano ricordi comuni che possano cementare rapporti umani e professionali sani e positivi.

Vuoi organizzare un team building come questo? Contattaci!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento