Eventi

Come organizzare un seminario

Scritto da Angela

Organizzare un seminario è un ottimo modo per incrementare il livello e l’ampiezza delle competenze del proprio team. Certo, si tratta di un evento complesso che richiede grande impegno per essere pianificato correttamente, ma può valerne la pena in termini di vantaggi e soddisfazioni professionali. D’altra parte ogni progetto, per avere successo richiede dedizione e un team coeso e capace. Nel caso di un seminario, la sfida principale consiste nel ricavare un po’ di tempo, all’interno di agende professionali spesso sovraccariche, da dedicare alla formazione e all’apprendimento, mettendo in pausa la produttività per acquisire nuove nozioni e capacità. Se avete deciso di imbarcarvi in un’avventura di questo genere, abbiamo qualche consiglio per voi. Ecco la nostra semplice guida in 5 step per organizzare un seminario.

1. Individuate obiettivi chiari

seminario obiettivi workshop aziende lavoroQuando ci si sofferma a discutere di quali competenze sarebbe utile acquisire, è facile che il discorso si espanda in modo incontrollato. Ogni idea ne porta con sé delle altre, ogni competenza si dirama in tante direzioni e ogni spunto può essere sviluppato in più progetti. Se, per esempio, si decide di organizzare un seminario che insegni a una parte del personale alcuni fondamenti di programmazione, non mancheranno, da chi è più addentro alla materia, suggerimenti e proposte per includere determinati linguaggi o ampliare il campo delle competenze. Dare retta a tutti è impossibile e anche estendere troppo gli obiettivi del seminario è controproducente: bisogna ricordarsi che le ore di formazione sono ore che si sottraggono comunque al lavoro e quindi hanno senso solo nella misura in cui contribuiscono a migliorare le prestazioni. Spendere risorse e tempo per far apprendere ai propri dipendenti e colleghi abilità che non utilizzeranno mai non è una scelta praticabile. Per questo motivo bisogna individuare fin da subito obiettivi chiari e concentrare lo sforzo organizzativo solo su quelli.

2. Individuare i partecipanti

seminario partecipanti workshop aziende lavoroIndipendentemente dalla dimensione del vostro gruppo di lavoro, è assai probabile che non tutti debbano avere le stesse competenze. Senza parlare del fatto che non si può paralizzare l’intera attività di un’azienda per permettere a tutto il personale di partecipare a un seminario contemporaneamente. Quindi è importante porsi qualche domanda. A chi serve questo seminario? Chi farà uso di queste competenze? O, meglio ancora, chi potrebbe svolgere meglio il proprio lavoro, se ricevesse una formazione più avanzata? Stabilire il numero dei partecipanti vi aiuterà a capire come – e se – organizzare un seminario. Se, per esempio, i dipendenti che possono beneficiare da un ulteriore percorso formativo sono troppo pochi (per esempio meno di cinque), si possono valutare diverse opzioni, che vanno dall’ingaggiare solo un formatore, per poi svolgere il workshop in ufficio, fino all’investire in formazione esterna e permettere ai propri dipendenti di frequentare un seminario organizzato da altri. Se invece i partecipanti sono numerosi o, meglio ancora, se volete che il vostro seminario sia aperto anche ad altri addetti ai lavori della vostra industria di riferimento, allora sarà il caso di avviare una macchina organizzativa più complessa, affittare una location e magari considerare un costo di iscrizione.

 

Cerca qui la location ideale per il tuo evento

3. Pianificate la qualità della formazione

seminario workshop formazioneUn seminario non dovrebbe somigliare a una lezione universitaria o a una conferenza: non si tratta di stare seduti a prendere appunti. Lo scopo di un seminario è permettere di impiegare le proprie conoscenze e capacità e interagire con il gruppo, portare la propria prospettiva e arricchire la discussione. Questo vuol dire che il formatore deve essere anche un facilitatore delle interazioni, che aiuterà i partecipanti a mettere subito in pratica le capacità acquisite. Questo vuol dire anche scegliere con cura i partecipanti: chi partecipa a un seminario dovrebbe portare con sé un bagaglio di competenze preesistenti e la giusta attitudine, così da poter giovare della formazione offerta e allo stesso tempo aggiungere valore all’esperienza degli altri partecipanti.

Conclusioni: perché organizzare un seminario

Un seminario formativo dovrebbe essere un’esperienza che trasmetta energia e voglia di fare, in ogni fase, a partire da quella organizzativa. Ogni aspetto dell’evento dovrà essere caratterizzato da un’attitudine positiva e improntata alla voglia di confrontarsi, apprendere e, soprattutto, mettersi in discussione. Indipendentemente da quale sia il contenuto specifico della formazione, queste sono tutte impostazioni del pensiero che non possono che giovare alla collaborazione e alla produttività sul luogo di lavoro.

Vuoi organizzare un evento formativo? Contattaci!
Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento