Digital Transformation: benvenuti nell’era della Analytics Economy
Formazione Web Marketing

Digital Transformation: benvenuti nell’era della Analytics Economy

analytics economy digital transformation
Scritto da Angela

Fra i fattori che hanno accelerato l’evoluzione dell’ecosistema economico, sicuramente il machine learning, l’intelligenza artificiale e la crescente importanza degli analytics sono fra i più significativi. Questo comporta, per le aziende, una duplice pressione. Da un lato è essenziale adattarsi e aggiornare procedure e tecnologie, per trarre i massimi vantaggi dalle tecnologie disponibili e per ottenere informazioni importanti per restare competitivi. Dall’altro bisogna stare al passo con le norme che tutelano la privacy degli utenti e gli usi di queste tecnologie. Tutto quest’insieme di processi va sotto il nome d Digital Transformation. In che cosa si traduce tutto questo? In innumerevoli pratiche di marketing che permettono di ottimizzare i processi di vendita, la fidelizzazione dei clienti e l’identificazione delle diverse categorie di pubblico, permettendo una comunicazione sempre più personalizzata. Per i profani, si tratta di quei sistemi che permettono ai nostri dispositivi di prevedere i nostri comportamenti fino al punto di mostrarci pubblicità per i prodotti che stiamo pensando di acquistare, ma che ancora non abbiamo cercato. Per gli addetti ai lavori, è un discorso più complesso che ha a che fare con l’acquisizione dei dati, il loro stoccaggio, la loro divisione in pacchetti e la loro interpretazione.

Digital Transformation: benvenuti nell’era della Analytics Economy

Le aziende del futuro? Saranno data smart

La capacità di raccogliere e utilizzare i dati in modo efficace costituirà il vero discrimine per la competitività e il successo delle aziende nel prossimo futuro. Le questioni che si aprono sono molteplici: come automatizzare i processi, come individuare i dati più importanti, come utilizzare in modo pratico l’intelligenza artificiale per migliorare l’esperienza dei clienti e come servirsi degli analytics per dirigere l’innovazione e adattare i servizi o i prodotti che si offrono ai clienti. Questa è la Analytics Economy, ovvero l’era in cui le intelligenze artificiali e quelle “umane” lavorano fianco a fianco e guidano decisioni professionali che cambiano i destini delle aziende. Il margine lasciato all’intuito si riduce e la componente umana del processo è sempre più decisionale e di guida. Il materiale più prezioso, in questa nuova economia, sono i dati, e gli strumenti più preziosi sono quelli che servono per estrarli, lavorarli, trasformarli in indicazioni operative. Avere degli analytics ben organizzati permette alle aziende di identificare in tempi brevissimi problemi e criticità e di lavorare per risolverli, ma anche di definire tendenze, scoprire punti di forza e verificare la validità degli obiettivi che si sono scelti.

Contattaci per organizzare il tuo prossimo evento aziendale!

Marketing e innovazione? Solo data-driven

Ancora una volta, i dati sono al centro di tutto. Nella Analytics Economy, non si avvia una campagna marketing né si avvia un processo di innovazione e tanto meno si progetta un nuovo prodotto senza aver raccolto una certa quantità di dati sul target al quale ci si rivolge. Lo scopo è identificare con sempre maggiore precisione le necessità dell’utente e costruire il prodotto o il servizio intorno alla soddisfazione di tali necessità. Uno dei settori nei quali la Digital Transformation sta avvenendo in modo più evidente e portando i migliori risultati è quello dei servizi bancari e finanziari. Per loro stessa natura, infatti, questi servizi permettono di raccogliere informazioni sulle abitudini degli utenti nel momento stesso in cui vengono fruiti e di identificare tutti i punti in cui il funnel di vendita si interrompe e le istanze in cui, invece, viene percorso fino alla fine. Questo permette di progettare i nuovi prodotti a partire da questi dati, gli stessi che vengono poi utilizzati nelle campagne di marketing. Questa combinazione ha dato risultati estremamente positivi, con considerevoli aumenti delle vendite (in Italia è esemplare il caso di BancoPosta, che ha integrato gli analytics raccolti e l’esperienza diretta degli utenti nella gestione del servizio e della promozione).

Conclusioni

Nell’era dell’Analytics Economy, le intelligenze artificiali “apprendono” incessantemente informazioni su di noi, in base alle sequenze dei nostri comportamenti, imparando a interpretare i dati che raccolgono. Che ruolo ha l’elemento umano in questa economia? Un ruolo fondamentale, dal momento che qualsiasi strategia che impieghi il machine learning e raccolga, sistematizzi e distribuisca dati deve anche avere uno scopo. Gli stessi set di dati, infatti, possono essere incrociati e suddivisi in modi diversi e vi si possono costruire intorno strategie antitetiche, a seconda degli effetti che si vogliono ottenere.

Hai bisogno di una campagna data-driven? Contattaci subito!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento