Marketing Instore: perché compriamo ancora di persona
Digital Marketing Marketing Temporary Shop

Marketing Instore: perché compriamo ancora di persona

instore
Scritto da Angela

Non si vive di solo e-commerce, esiste anche il marketing InStore. Nonostante la crescita esponenziale nel volume complessivo degli acquisti online, oltre l’80% delle transazioni avviene ancora di persona. Negozi, supermercati, centri commerciali, distributori specializzati: su questi canali si basa ancora la fetta più consistente degli introiti di molti brand. C’è un che di confortante nell’idea di continuare a fare acquisti esattamente nello stesso modo in cui li facevano i nostri genitori e i nostri nonni, tuttavia le cose non stanno esattamente così. Il fatto che il contesto della vendita sia ancora quello tradizionale, non vuol dire che tutto ciò che avviene in questo contesto sia cristallizzato negli anni ’60. La diffusione capillare della comunicazione e del marketing online ha dimostrato in modo incontrovertibile l’importanza di raccogliere e organizzare tutte le informazioni possibili in occasione di ogni acquisto. Sappiamo anche che, specialmente quando si sta valutando l’acquisto di beni di lusso ed elettronica, è sempre più frequente l’uso di smartphone all’interno del punto vendita, al fine di comparare prezzi, modelli e offerte. Il marketing omnichannel ha sicuramente fornito soluzioni molto interessanti da questo punto di vista, ma i risultati migliori si possono ottenere integrando l’interazione diretta e le nuove tecnologie.

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Angela

Editrice e co-fondatrice dell'agenzia di comunicazioni Fiore & Conti Gbr. Vive e lavora a Berlino

2 Commenti

Lascia un Commento