I nostri buoni propositi per il 2021 - Il blog di Smart Eventi
Marketing

I nostri buoni propositi per il 2021

buoni propositi per il 2021
Avatar
Scritto da Angela

Non è facile formulare buoni propositi per il 2021. L’anno che ci siamo appena lasciati alle spalle è stato incredibilmente duro e pieno di sfide per le quali nessuno era pronto. Le nostre vite ne sono uscite modificate come mai avremmo potuto immaginare e la nostra economia ha accusato un colpo durissimo. Si parla di una riduzione del PIL italiano di quasi il 9% negli ultimi 12 mesi: uno dei cali più drammatici dell’ultimo mezzo secolo. Le previsioni per il 2021 sono cautamente ottimistiche e si prevede una ripresa, ma, a livello individuale e di impresa, nessuno ha il coraggio di fare pronostici: l’idea che un imprevisto possa travolgerci è ancora troppo fresca nella nostra memoria. Possiamo lo stesso provare a buttare giù un po’ di buoni propositi per il 2021? Noi crediamo che sia non solo possibile, ma necessario: questa crisi ci ha insegnato a non dare nulla per scontato, ma non deve scoraggiarci dal progettare la ripresa e dal fare programmi per crescere e migliorare a livello professionale, aziendale e globale. Ecco come pensiamo di affrontare questi prossimi mesi.

Partire da ciò che si può fare, per costruire una strategia realistica

La tentazione di fare programmi solo per “quando tutto tornerà come prima” è forte, ma non è la risposta giusta alle difficoltà che stiamo vivendo. L’unico modo per resistere alla crisi e per crescere è partire da ciò che si può fare momento per momento, non porsi come base una condizione ideale. Prendiamo l’esempio dei ristoranti: a seconda delle zone, è possibile che una vera e propria riapertura sia difficile da pianificare, in questo momento. Piuttosto che basare la propria strategia sulla gestione dei clienti in presenza, quindi, meglio reinventarsi come un servizio di delivery diverso dagli altri, che si distingua per lo stile, il menu, gli extra, l’interfaccia di comunicazione con i clienti e così via. Questa deve essere la nostra lezione di resilienza: quando ci si para davanti un ostacolo imprevisto, invece di concentrarci su ciò che non possiamo più fare, è bene pensare a ciò che ci è ancora permesso realizzare e svilupparlo al meglio.

Hai bisogno di una campagna di marketing? Contattaci!

Sfruttare le battute d’arresto per migliorarci

Non possiamo sapere per certo che le nostre attività non subiranno altre battute d’arresto e, anche se qualcuno cercasse di rassicurarci in questo senso, probabilmente non gli crederemmo. La chiave per continuare a crescere e il fulcro di tutti i nostri buoni propositi per il 2021 dovrebbe essere la certezza che, se anche saremo costretti a rallentare o fermarci nuovamente, non ci lasceremo sopraffare dai tempi morti, ma useremo le eventuali “pause forzate” per apportare miglioramenti al nostro servizio, al nostro prodotto, alla nostra azienda. Potrà trattarsi di fare qualche passo avanti verso una più completa trasformazione digitale, di dedicare più risorse alla ricerca e all’innovazione o di cogliere l’occasione per discutere di quel rebranding che andiamo rimandando da un po’. L’importante è avere la certezza che da ogni battuta d’arresto si possa uscire migliori.

Continuare a usare gli eventi digitali per coinvolgere il pubblico

Nella migliore delle ipotesi, verso la metà di quest’anno potremo ricominciare a incontrarci in pubblico, forse perfino a organizzare eventi. Ancora una volta, però, non possiamo sapere con certezza che questo accadrà né con quali modalità. Per questo motivo è importante continuare a lavorare sulle modalità di interazione online con il pubblico. Gli eventi virtuali e digitali sono entrati a far parte della nostra quotidianità e per tutti noi, oggi, è naturale collegarci tramite le piattaforme online per prendere parte a riunioni, vedere spettacoli o discutere con amici e colleghi. Manteniamo vivi questi canali, magari in soluzioni ibride insieme agli eventi tradizionali, per essere certi di avere sempre un piano B nel caso di nuove chiusure, ma anche per venire incontro a chi non potrà o non vorrà tornare immediatamente agli eventi affollati in presenza. Se c’è una cosa che abbiamo imparato quest’anno è che prenderci cura gli uni degli altri è sempre la cosa giusta da fare.

Contattaci per lanciare la tua prossima campagna!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento