Fairphone: lo smartphone sostenibile che fa concorrenza ai giganti del mercato
Green e Sostenibilità

Fairphone: lo smartphone sostenibile che fa concorrenza ai giganti del mercato

fairphone
Avatar
Scritto da Angela

La sostenibilità è una sfida quotidiana e nessuno di noi, che viviamo in società moderne e utilizziamo la tecnologia anche per scrivere o leggere questo post, può dire di condurre un’esistenza senza impatto sull’ambiente. Proprio il problema della tecnologia che ci accompagna tutti i giorni è fra i più scottanti in materia di sostenibilità, nonché fra quelli dei quali si parla meno volentieri, perché nessuno ha la coscienza completamente pulita. Il problema dell’elettronica di consumo è planetario: smartphone, computer e tutti gli apparati che utilizzano processori al silicio contano su filiere tutt’altro che sostenibili, che partono dall’estrazione di materie prime, come il famigerato coltan, il cui impatto ambientale e sociale è devastante. Da diversi anni si sperimenta con prototipi di smartphone sostenibile, ma fino a questo momento i prodotti non erano all’altezza di competere con i colossi del settore, condannandosi a una nicchia di mercato fatta di abbienti fanatici ambientalisti. Oggi il nuovo Fairphone 4 sembra avviato a cambiare le cose.

Fairphone 4 con 5G: lo smartphone sostenibile che potrebbe cambiare il mercato

Fairphone è un’azienda olandese dalla spiccata vocazione sociale, che fa della sostenibilità il proprio marchio di fabbrica. I primi smartphone della serie Fairphone non hanno avuto molto successo, ma l’azienda ha continuato a sperimentare e finalmente arriva a lanciare quello che si presenta come il primo smartphone 5G a impatto neutro rispetto ai rifiuti elettronici. Alla base dei valori aziendali di Fairphone c’è un elemento che va completamente controcorrente rispetto agli altri produttori, ovvero il rifiuto dell’obsolescenza programmata che spinge aggressivamente l’utente a cambiare modello e a comprare nuovi apparati quanto più spesso possibile. Il Fairphone ha un design modulare, fatto per essere facilmente smontato e riparato anche dall’utente, oltre ad avere una garanzia di aggiornamento della durata di cinque anni.

Vuoi partecipare a un grande evento sulla sostenibilità? Contattaci!

La filiera sostenibile di Fairphone

L’azienda ottiene le materie prime da fonti controllate a filiera sostenibile, allo scopo di minimizzare l’impatto ambientale di tutte le fasi produttive. La provenienza dei materiali può essere verificata e, per quanto riguarda il Fairphone 4, l’azienda ci fa sapere che il numero dei materiali chiave è 14, tutti provenienti da produttori certificati secondo l’Aluminium Stewardship Initiative (ASI) Performance Standard. Questa certificazione si rende necessaria perché l’estrazione di alcuni metalli avviene non solo con tecniche disastrose per l’ambiente, ma soprattutto in miniere che applicano condizioni di sfruttamento ai lavoratori, spesso minori, e che contaminano permanentemente le risorse delle comunità locali, con conseguenze devastanti sulla salute collettiva. In questo caso, il produttore si impegna a utilizzare tungsteno equo dal Ruanda, così stagno riciclato, plastica e alcuni particolari tipi di sabbia e terra. La cover posteriore è fatta al 100% di policarbonato riciclato. Inoltre, per ogni apparato venduto, l’azienda si impegna a riciclare responsabilmente un altro telefono o una quantità equivalente di rifiuti elettronici, così da rendere effettivamente neutro l’impatto dell’intera filiera sull’ambiente.

Riparazioni fai-da-te

Chi possiede un Fairphone 4 non deve essere un tecnico per sostituire un componente. Né occorre portarlo in un centro di assistenza solo per sentirsi dire che non vale la pena sostituire il componente danneggiato, vedendosi costretti a passare a un nuovo apparato. Chiunque sappia usare un cacciavite e allentare sette viti può fare da sé, in casa. Fra i componenti che si possono sostituire autonomamente ci sono lo schermo (ottenendone uno nuovo al prezzo di circa 80 €), la porta USB-C della ricarica, gli altoparlanti, l’auricolare, la batteria e la fotocamera. L’utente con qualche competenza in più potrà anche cambiare da solo il processore – che è lo stesso di un Galaxy A52 della Samsung. Con Samsung, Fairphone ha anche in comune il sistema operativo Android.

L’arrivo sul mercato

Al momento, il Fairphone 4 5G è in pre-ordine sul sito dell’azienda e sarà in vendita a partire dal 25 ottobre in tutta Europa. Il costo del modello con 6 Gb di RAM e 128 Gb di memoria interna sarà di 579 Euro (molto competitivo rispetto agli attuali modelli in commercio), mentre la variante con 8Gb di RAM e 256 Gb di memoria interna flash avrà un costo di 649 Euro. L’azienda prevede di mettere presto in commercio anche altri accessori, come le cuffie wireless fatte al 30% di plastica riciclata.

Ti interessa la sostenibilità? Contattaci per partecipare a un grande evento su questo tema!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento