Eventi

Tutti i segreti per organizzare una sfilata di moda

sfilata smart eventi header capucci milano
Scritto da Angela

Chi organizza eventi tende a specializzarsi: alcuni di noi prediligono le convention o le fiere, altri si focalizzano sul team building, altri ancora si avventurano nel settore a parte dei matrimoni. Ci sono poi tipologie di eventi che non rientrano in nessun’altra categoria e “pescano” in molte categorie diverse. Le sfilate di moda sono fra queste. Come tutti gli eventi che fanno perno su una “performance” dal vivo, tendono a richiedere un ritmo organizzativo frenetico, ma – a differenza, per esempio, dei concerti – la performance vera e propria si esaurisce in un tempo relativamente breve rispetto alla durata dell’intero evento. Inoltre sono eventi “ibridi”, a metà fra efficienza aziendale e creatività artistica. Da un lato si tratta di eventi strettamente commerciali, fatti per promuovere e vendere i prodotti di uno o più brand, dall’altro sono in gioco le personalità artistiche dei designer, che ricordano più le rockstar che non i capitani d’azienda. A noi è capitato più volte di organizzare sfilate e presentazioni di collezioni, soprattutto durante la settimana della moda di Milano, e abbiamo deciso di condividere con voi quello che abbiamo imparato in questi anni.

Mettere a fuoco il concept

sfilata milano Vic Matié

Un nostro allestimento per il brand di moda Vic Matié

A cosa serve una sfilata di moda? La risposta potrà sembrare ovvia: a presentare una collezione. Quello che può non essere ovvio a chi organizza l’evento, tuttavia, è che la collezione è il frutto di una visione complessiva del designer, di un’idea comune, di un concept che sta alla base di tutti i modelli. Prima di passare alle fasi pratiche dell’organizzazione di una sfilata, è essenziale conoscere nel dettaglio questo concept, poiché l’evento, in ogni sua parte, dovrà esaltarlo e rifletterlo. Una sfilata di moda è un evento il cui successo si basa sulla capacità di sorprendere, di abbagliare con la creatività delle soluzioni e l’originalità della composizione. Questo è il momento di essere creativi, di osare, ma sempre mantenendosi in armonia con il concept che è alla base della collezione.

Il budget

sfilata capucci smart eventi

Per la presentazione della nuova collezione di Roberto Capucci, abbiamo scelto un allestimento minimal

Se si parla di alta moda, le sfilate sono fra gli eventi più costosi che ci siano. Le grandi firme possono arrivare a investire milioni per un singolo evento, creando intrattenimenti principeschi e portando sulla passerella i nomi più quotati di quest’industria milionaria. Anche gli eventi che non abbiano pretese hollywoodiane, tuttavia, rischiano di sforare ben presto il budget. A questo scopo, è bene affidarsi a professionisti del settore che siano in contatto con valide agenzie, allo scopo di trovare giovani modelle e modelli che possano calcare la vostra passerella per un costo ridotto, semplicemente perché hanno bisogno di aggiungere esperienze e foto al proprio curriculum. Se questo passaggio è relativamente facile, quello relativo agli allestimenti richiede più creatività. Al pubblico di una sfilata di moda non interessano i vostri problemi di budget: vuole essere sorpreso, ammaliato, affascinato e lasciato a bocca aperta. Per ottenere questo risultato senza avere a disposizione cifre da capogiro, è necessario rivolgersi a professionisti degli eventi con una eccellente conoscenza del territorio, che sappiano consigliarvi le location di sicuro impatto, ma con i costi più ragionevoli. Bisognerà poi trovare soluzioni innovative per gli allestimenti, che riescano a spiazzare il pubblico senza sforare sul budget, e sempre rispettando la visione originaria del designer. Pensate sia già un lavoro troppo difficile? Non abbiamo ancora finito

Promuovere una sfilata di moda

sfilata piazza sempione smart eventi

Abbiamo organizzato la sfilata 2017 di Piazza Sempione nella prestigiosa cornice del Circolo della Stampa a Milano

Chi partecipa a una sfilata di moda? Chi desidera partecipare e chi può partecipare? Quale pubblico si deve aspirare ad attrarre? Le pubbliche relazioni, in questo settore, sono fondamentali ed è in questo che l’organizzatore di eventi deve eccellere. Il pubblico si divide in due principali insiemi, che si intersecano in minima parte. Da un lato c’è il pubblico che volete assolutamente avere, composto soprattutto da buyer, media, personalità dello spettacolo, della moda e dell’industria, celebrità di vario genere e influencer con un seguito di portata nazionale o internazionale. Dall’altra c’è il pubblico che vorrebbe presenziare alla sfilata, ma per voi non è una priorità: piccoli blogger, curiosi, aspiranti designer, modelle o altri potenziali elementi dell’industria. Tutto questo pubblico può sicuramente aiutarvi a riempire una location troppo grande, ma non alzerà la qualità dell’evento né aumenterà le vendite. Un’eccezione, tuttavia, va fatta per gli influencer e i blogger indipendenti. Tenete sempre d’occhio i giovani in questi settori e cercate di affinare la capacità di capire in anticipo quelli destinati ad avere successo: essere i primi a invitarli a un evento importante può portare grandi vantaggi a entrambi.

Passare all’azione, con il team ideale

L’organizzazione di una sfilata di moda può essere estremamente frenetica ed è bene essere preparati e avere da parte una cospicua riserva di sangue freddo. La prima cosa che noterete è che i compiti da assegnare si moltiplicheranno esponenzialmente e ben presto vi accorgerete di avere bisogno di più persone nel vostro team o di più tempo per organizzare l’intero evento. Dal momento che entrambi questi desideri sono difficili da realizzare, è importante aver pianificato il tutto nei minimi dettagli, prima di passare all’azione. Alcuni dei passaggi fondamentali saranno la scelta della location (che dovrà rispondere a requisiti rigidissimi di stile, collocazione e costi), gli allestimenti (che dovranno far risaltare la collezione sopra ogni altro elemento) e la logistica (che comprende tutto, dai trasporti dei materiali al posizionamento del catering). Il team ideale per organizzare una sfilata è quello che ha a capo un organizzatore con una visione chiara di tutto il processo e che non abbia paura di delegare a un team fidato ed efficiente. La gestione delle risorse umane, in un evento del genere, può rivelarsi complessa tanto quanto la promozione.

Conclusioni

Organizzare una sfilata di moda, specialmente nel contesto di grandi eventi come la settimana della moda milanese, è un compito complesso e articolato, che richiede esperienza e professionalità per essere portato a termine in modo efficace. Da un lato, questo è il sogno di ogni organizzatore di eventi: la situazione nella quale, finalmente, si può dare sfogo alla creatività in ogni aspetto del lavoro. Dall’altra, è anche un grande banco di prova: maggiore libertà vuol dire anche maggiori margini di errore e questo è il momento di dimostrare tutta la propria competenza. Come sempre, il nostro consiglio è quello di rivolgersi a un team di professionisti, per garantirsi un risultato eccellente.

Vuoi presentare la tua prossima collezione con un evento memorabile? Contattaci subito!
Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento