Email marketing: i nuovi trend per il 2020 - Il blog di Smart Eventi
Web Marketing

Email marketing: i nuovi trend per il 2020

email marketing header
Avatar
Scritto da Angela

L’email è più inaffondabile della televisione, più onnipresente di Facebook, più moderna di TikTok. Sembra incredibile eppure e così: nonostante periodicamente se ne dichiari la “fine”, un po’ come i dischi in vinile, la posta elettronica resta ostinatamente rilevante. Se vuoi creare una strategia di marketing completa, non puoi farne a meno. La maggior parte degli utenti la controllano ogni giorno appena accesi i propri dispositivi, prima di esplorare le bacheche social. Il segreto della longevità di questo strumento sta senza dubbio nell’adattabilità. Ed è proprio questa qualità che deve contraddistinguere anche chi utilizza la posta elettronica per promuoversi. Vediamo quindi che aspetto avrà l’email marketing nei prossimi anni, fra tecnologie che cambiano e timori per la privacy.

Customizzazione nell’email marketing

Ok, questo non è esattamente un nuovo trend, ma è uno degli aspetti che maggiormente risentono – in positivo – delle nuove tecnologie e dei nuovi stili di consumo. Chi legge una mail promozionale sa benissimo cosa sta leggendo: la natura stessa dell’interazione crea una forma di distacco. Il cliente sa benissimo che lo stesso testo che arriva a lui viene letto anche da molti altri utenti. Per ottenere un effetto, quindi, bisogna contrastare questa sensazione di “anonimato” con contenuti che siano quanto più personali possibile. L’unico modo di farlo è segmentare il più possibile le proprie liste di destinatari. Certo, non si tratterà mai di un dialogo uno a uno (a meno che non si abbiano davvero pochissimi clienti), ma il cliente si sentirà senza dubbio più apprezzato se riceverà informazioni pertinenti e utili per il suo profilo. Un esempio? Non mandare lo stesso messaggio al cliente appena arrivato e a quello di lunga data: il primo ha bisogno di conoscere tutti i tuoi servizi, il secondo non vuole sentirsi ripetere per l’ennesima volta tutto quello che la tua azienda fa, ma piuttosto vuole essere premiato per la sua fedeltà con uno sconto o un’offerta esclusiva.

email marketing gmail

Hai bisogno di una strategia per promuovere il tuo brand? Contattaci!

UGC – lascia parlare gli utenti

L’UGC (User Generated Content) ha fatto la fortuna di moltissime piattaforme. Se a qualcuno sembra strano poter utilizzare i contenuti generati dagli utenti in una campagna di email marketing, la risposta è una parola semplice: Amazon. Ma anche Audible e moltissimi altri store online. Basta inserire nella newsletter le recensioni o le valutazioni medie degli utenti su un certo prodotto, per esempio, per creare subito un forte engagement, per stimolare l’interesse dell’utente. Leggere una recensione vuol dire entrare in contatto diretto con un altro utente, bypassando il brand che sta cercando di “vendere”. Questo, naturalmente, è solo un esempio fra i tanti: l’integrazione con i social, nel futuro prossimo, offrirà alle piattaforme di email marketing molti altri strumenti per implementare UGC nella comunicazione.

Ottimizzare, ottimizzare, ottimizzare

Anche questo non è un trend nuovissimo eppure, nonostante il traffico dati avvenga ormai prevalentemente su dispositivi mobili, molti brand si ostinano a non ottimizzare le loro newsletter per la lettura da smartphone. Con tutti gli strumenti di email marketing attualmente disponibili sul mercato, che permettono di realizzare impaginazioni responsive e adatte a tutti i tipi di piattaforme, questo è un errore imperdonabile.

Chiedere feedback, ma solo al momento giusto

Interagire con gli utenti è essenziale e per questo abbiamo a disposizione uno strumento importantissimo: il feedback. Attenzione però a non esagerare, dando l’impressione di voler fare “lavorare” i clienti al nostro posto. E soprattutto bisogna evitare di fare richieste insensate. Se, per esempio, un prodotto o un servizio richiedono un certo periodo, magari della durata di qualche giorno o settimana, per essere utilizzati a pieno e compresi, è inutile chiedere un feedback all’utente il giorno dopo l’acquisto. Questo tipo di atteggiamento comunica al cliente un messaggio preciso: al brand non interessa davvero la sua opinione, ma solo una valutazione, possibilmente positiva, da aggiungere a quelle che vengono mostrate sul sito o sugli store online. Il cliente viene trattato quindi come un mezzo per ottenere un contenuto spendibile (la recensione) e non come una persona. Cartellino rosso!

email marketing

Creare contenuti interattivi

Un altro elemento che andrà per la maggiore, nell’email marketing del prossimo futuro, è l’interattività. Lo sappiamo: mantenere l’attenzione dell’utente su un contenuto digitale è un’impresa ardua. La nostra attenzione, contesa da mille stimoli, tende a scivolare via da tutto ciò che è “noioso”. Per questo motivo l’interattività, all’interno di un’email promozionale, rappresenta un elemento di engagement fondamentale. Non abbiate timore di aggiungere pulsanti animati e gallerie da scorrere all’interno della mail, menu a tendina e tutto ciò che la vostra piattaforma di email marketing consente. Trasformate le vostre email in piccoli siti, in miniere di contenuto consultabili in tanti modi diversi, ma sempre con un occhio al design: gli elementi devono essere in armonia fra loro ed evitare di presentare un’immagine sovraccarica di elementi o scarsamente leggibile.

Occhio agli analytics!

Gli analytics sono i vostri migliori amici: scegliete una piattaforma di email marketing che vi offra informazioni, complete, accurate, chiare e misurabili sul rendimento delle vostre email. Dopo ogni invio, valutate attentamente non solo la CTOR e il numero di conversioni, ma anche e soprattutto i problemi che inevitabilmente emergeranno. Cosa funziona e cosa no? Quali parti del messaggio generano interesse e quali vengono ignorate? La forma di feedback più importante, gli utenti ve la danno proprio così: reagendo spontaneamente alle vostre email. Fate tesoro di queste informazioni!

Contattaci subito per creare la tua strategia di social e-mail marketing!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento

Ho letto e compreso l’informativa privacy e do il consenso al trattamento dei tuoi dati per la finalità promozionale punto 2) dell’informativa