Influencer marketing su TikTok: tutto quello che devi sapere
Web Marketing

Influencer marketing su TikTok: tutto quello che devi sapere

Tikok
Avatar
Scritto da Angela

Nel 2018 ha iniziato a farsi strada una piattaforma social che molti di noi (e per “noi” intendiamo gli over 30) hanno ignorato, ma che si è trasformata rapidamente in un successo globale, diventando la sesta applicazione più scaricata nel mondo. Stiamo parlando, naturalmente, di TikTok: parte integrante della vita della cosiddetta Generazione Z (quella che fa sentire vecchi i millennial) e ancora largamente ignorata da tutti gli altri, nonostante gli oltre 500 milioni di utenti attivi. Naturalmente non era pensabile che una piattaforma si diffondesse a questa velocità senza generare, in modo quasi organico, una serie di sottoculture con i relativi influencer. Questo ne fa automaticamente uno strumento di marketing del quale dobbiamo interessarci. Ecco tutto quello che c’è da sapere sugli influencer di TikTok e su come utilizzare questa piattaforma all’interno di una strategia di social marketing davvero completa e competitiva.

Che cos’è TikTok?

Senza addentrarci troppo nella storia di questa app, diremo che si tratta della fusione di due app sviluppate originariamente in Cina, ma che, dopo aver unito le forze, hanno conosciuto un enorme successo in occidente. La funzione principale di TikTok è quella di permettere agli utenti di creare con grande facilità video in playback. Si sceglie una traccia musicale e ci si filma mentre si mima la canzone, si crea un breve video, si aggiungono gli effetti desiderati e, dopo un minimo editing, lo si carica sul proprio canale, dove tutti gli utenti possono vederlo. Come su molti altri social, è possibile seguire i canali preferiti e, come su tutti gli altri social, i follower contano. Se vi state chiedendo come si possa parlare di “influencer” di successo su una piattaforma che nasce essenzialmente come un karaoke fai-da-te, è chiaro che non avete mai visto un video su TikTok. Moltissimi utenti, infatti, hanno iniziato a caricare contenuti di grande qualità, spesso con trucco, abbigliamento e acconciature che possono richiedere ore di preparazione (specialmente per i cosplayer), magari con piccoli “script” comici e sempre più spesso con idee originali che offrono il tipo di comunicazione alla quale gli adolescenti rispondono meglio. Non a caso, il pubblico di TikTok è prevalentemente di età compresa fra i 16 e i 24 anni, con una netta maggioranza femminile.

tiktok user

Contattaci per la tua prossima campagna social

Conviene fare influencer marketing su una piattaforma “di nicchia”?

Tutti i brand il cui target è composto prevalentemente da giovani e giovanissimi, e con una disparità di genere in favore delle ragazze, possono trarre grandi vantaggi dall’entrare in contatto con i giusti influencer su TikTok. Occorre però operare in modo accorto: un approccio di vendita troppo aggressivo è mal visto su questo social e i suoi utenti sono scarsamente sensibili agli approcci promozionali tradizionali. Per questo il primo passo è la ricerca dell’influencer giusto, ovvero di quel tipo di utente con un seguito numeroso che sia il più vicino possibile alle demografiche del brand. Per questo motivo i brand di moda e accessori per ragazzi e adolescenti sono stati i primi a interessarsi a TikTok e ai suoi particolarissimi influencer. A differenza di Facebook o Youtube, che vantano una certa trasversalità nel pubblico, TikTok è ultra-specifico: investire in questa piattaforma sarebbe perfettamente inutile, per esempio, per un’assicurazione, un provider di servizi finanziari o una casa automobilistica, mentre il lancio di un motorino di piccola cilindrata, pensato per un target di teenager, troverà negli influencer di TikTok dei naturali alleati.

influencer marketing su tiktok

Come funziona il marketing su TikTok?

Naturalmente la piattaforma ha bisogno di sostentarsi ed è per questo che, dopo il lancio iniziale e il successo globale, sono stati introdotti gli ad a pagamento. Se da un lato questa è una buona notizia per i brand, è bene comunque accostarsi a questo investimento con cautela, poiché non ci sono ancora dati sufficienti per stabilire quanto questi contenuti abbiano successo presso un pubblico che notoriamente detesta la pubblicità. Senz’altro più efficaci sono gli strumenti standard dell’influencer marketing, come affidare il brand takeover a un influencer specifico per un tempo limitato, la produzione stabile contenuti non sponsorizzati sul proprio canale, gli hashtag chellenge e tutto ciò che stimola l’utilizzo di nuove tecnologie e nuovi dispositivi (come i visori per la realtà aumentata). TikTok rappresenta soprattutto una sfida per la creatività dei marketer, che dovranno imparare ad adattare i propri contenuti a un formato completamente nuovo, comunicare con video nativi di 15 secondi e, soprattutto, imparare a relazionarsi con una generazione che diffida del marketing in assoluto e che conosce in modo quasi innato gli strumenti della persuasione.

Contattaci per la tua prossima campagna promozionale

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento

Ho letto e compreso l’informativa privacy e do il consenso al trattamento dei tuoi dati per la finalità promozionale punto 2) dell’informativa