Su Instagram si potrà acquistare direttamente dagli influencer
Web Marketing

Su Instagram si potrà acquistare direttamente dagli influencer

Avatar
Scritto da Angela

Il futuro è degli influencer, almeno su Instagram. La piattaforma ha annunciato una nuova iniziativa, per ora ancora solo in fase sperimentale, che riconosce l’importanza degli influencer e permette loro di collaborare con i brand, offrendo ai clienti la possibilità di fare acquisti senza lasciare l’app. D’altra parte era solo questione di tempo prima che i social che fanno capo a Mark Zuckerberg cominciassero a sperimentare con lo shopping in-app. Facebook ha già un suo Marketplace, mentre Instagram si appresta a implementare una nuova apposita funzione. Il beta testing di questo nuovo strumento è iniziato il 9 maggio negli USA.

I primi passi di Instagram nel mondo dell’e-commerce (e il nuovo ruolo degli influencer)

L’annuncio è stato dato a marzo e riguarda, per il momento, una ventina di grandi retailer, fra i quali Nike, Dior e Zara, ai quali sarà permesso di creare collaborazioni dirette sia con singoli influencer che con grandi media come Vogue o GQ, per fare in modo che gli acquisti diretti (il cosiddetto Checkout) possano essere “estesi” da un profilo all’altro. Nello specifico, l’opzione per acquistare un articolo, presente sul feed del brand che lo vende, potrà essere trasferita, a discrezione del brand, anche all’account dell’influencer prescelto. Nello specifico, questo potrebbe voler dire che gli utenti di Instagram potrebbero, in futuro, acquistare il famoso rossetto di Levante direttamente cliccando sul post di Instagram, oppure scegliere di andare a fare “shopping” non su Zalando o Amazon, ma sul feed di Chiara Ferragni (che ovviamente è stata fra le prime influencer coinvolte nel progetto). Questo renderà ancora più diretta e “intima” la relazione fra influencer e pubblico, aumentando il potere contrattuale dei primi e – presumibilmente – le aspettative del secondo in termini di qualità dell’offerta.

Contattaci per la tua prossima campagna social

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da L E V A N T E (@levanteofficial) in data:

Il guadagno di Instagram

Non occorre neanche specificare che tutti i brand coinvolti nella fase sperimentale di questa nuova funzione di Instagram operano nel campo della moda e della bellezza. Questa è infatti l’industria che lavora più a stretto contatto con gli influencer (utilizzati dall’80% dei brand). Se, tuttavia, state pensando che Instagram punti a fare dell’e-commerce una voce significativa del suo bilancio, in senso stretto, vi sbagliate. L’idea non è quella di guadagnare direttamente con le vendite di un’unica industria (o meglio, non è previsto che questo particolare flusso di introiti diventi particolarmente rilevante nell’economia generale della piattaforma). Piuttosto, lo scopo è dimostrare ai brand che Instagram può diventare veicolo di vendite dirette e, di conseguenza, spingere a un incremento degli investimenti pubblicitari che è stato stimato intorno ai 9 miliardi di dollari. Questa iniziativa, d’altra parte, non è che l’evoluzione naturale dell’introduzione della funzione Checkout, anch’essa per il momento disponibile solo negli USA.

Conclusioni

Come spesso avviene, i clienti non americani hanno più tempo per osservare l’impatto delle nuove tecnologie e dei nuovi strumenti social sui mercati USA. Se questo ci priva dell’emozione della sperimentazione e, inevitabilmente, permette ai pionieri dell’iniziativa di guadagnare posizioni di vantaggio, è anche vero che questa situazione ci permette di osservare in modo spassionato e valutare la qualità dell’offerta, ragionando sulle strategie migliori per il nostro mercato di riferimento. E voi, avete già pensato a quale influencer scegliereste per vendere i vostri prodotti?

Contattaci per la tua promozione online

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento

ml_html_hidden