Come mantenere l'attenzione sui social: strategie che coinvolgono gli utenti
Web Marketing

Come mantenere l’attenzione sui social: ecco le strategie che coinvolgono gli utenti

attenzione sui social
Avatar
Scritto da Angela

Quante finestre del vostro browser sono aperte in questo momento? Questa domanda vale principalmente per chi legge da laptop, naturalmente, mentre per chi legge dallo smartphone la domanda potrebbe essere: quanti secondi siete rimasti sulla stessa app? La nostra capacità di attenzione sui social è sempre più ridotta, ci ritroviamo a non essere in grado di leggere dall’inizio alla fine un testo senza sentire l’urgenza di tuffarci nel feed di Facebook. Per quelli di noi che lavorano nel marketing, questo è un problema: mantenere lo sguardo del cliente sull’oggetto che ci interessa diventa sempre più difficile. Per questo motivo, oggi esploreremo alcune tecniche per stimolare e mantenere l’attenzione sui social, coinvolgendo il pubblico con contenuti che incoraggino un consumo non frammentato e creino un legame autentico con l’utente.

Qualità, quantità, diversità: la ricetta del blog perfetto

Il blog è (per ora) lo strumento principe del content marketing. Quasi tutti i brand ne hanno uno e ogni industria ha il suo network di superstar, influencer e brand ambassador, ognuno dei quali sforna post a ciclo continuo. Come restare rilevanti in questo panorama? Lavorando su qualità, quantità – o, meglio, ritmo – e diversità. La qualità si spiega da sola: i post devono essere utili, ben scritti, ben impaginati, corretti, con belle immagini e ben indicizzati. D’altra parte non bisogna cadere nel vecchio tranello di considerare la qualità un valore sufficiente: la quantità conta. Non bisogna per forza postare tutti i giorni più volte al giorno, ma bisogna avere un ritmo regolare, come minimo settimanale, per restare rilevanti. Se si posta troppo di rado, si verrà travolti dal fiume dei contenuti altrui. Infine, occorre diversificare: suddividere i propri post in tipologie, sperimentare regolarmente con format diversi e ogni tanto stupire con qualcosa di nuovo aiuta a mantenere l’attenzione sui social abbastanza a lungo da generare lead e conversioni.

attenzione sui social network

Contattaci per la tua prossima campagna social

Passare la parola agli utenti

Quello della “call-to-action” potrà sembrare un concetto quasi obsoleto ad alcuni, ma è ancora uno degli strumenti più efficaci per stimolare l’engagement. Fare una semplice domanda al proprio pubblico, passare metaforicamente il microfono per ascoltare le opinioni degli utenti è un ottimo modo per generare attenzione sui social. Naturalmente le domande dovranno essere pertinenti, intelligenti e anche semplici da capire, così da permettere un’interpretazione rapida. Gli utenti, inoltre, tendono a seguire con più attenzione i post ai quali hanno risposto direttamente. Nella migliore delle ipotesi, questo tipo di post genererà dialoghi indipendenti fra gli utenti, facendo aumentare in modo considerevole l’engagement del pubblico.

Raccontare storie

Molti brand fraintendono l’importanza dello storytelling e faticano a immaginare una dimensione narrativa per la propria comunicazione. Un ottimo esempio di questo tipo di contenuti, che si dovrebbe prendere a modello, sono i video di pitching dei progetti di crowdfunding. I brand che commissionano questo tipo di video, infatti, sanno che non dovranno solo attirare lo sguardo dell’utente, ma anche spingerlo a una CTA particolarmente impegnativa, ovvero a un’offerta di contributo economico. Per questo molti video presenti su piattaforme come Kickstarter tendono a essere costruiti come narrazioni fortemente emozionali, che creano una connessione fra il pubblico e i personaggi, per arrivare a crearne una con il prodotto.

mantenere attenzione sui social

Errori: quello che NON bisogna fare mantenere l’attenzione sui social

Urlare non serve a niente. Gli utenti hanno il potere di bloccare i contenuti che ritengono molesti e lo usano spesso e volentieri. Lo spam, il clickbait, i titoli che ammiccano a elementi che non sono presenti nei contenuti, i tentativi sfacciati di manipolare l’utente non funzionano praticamente più, se non per un pubblico con poco discernimento e ancor meno capacità di attenzione. In un mercato frenetico come quello odierno, guadagnarsi l’attenzione sostenuta di un utente fidelizzato è molto più importante che strappare cinque secondi di attenzione a uno disinteressato.

Contattaci per la tua promozione online

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Avatar

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento

Ho letto e compreso l’informativa privacy e do il consenso al trattamento dei tuoi dati per la finalità promozionale punto 2) dell’informativa